domingo, 21 de novembro de 2010

"P"

PALLA, PALLINA
(Scartocci - Avantifiori - Castellano - Pipolo)

Palla, pa-palla, pa-palla...

Palla, pallina gira con me
E mentre giri io salto su te
Palla, pallina gira così
Senza fermarti la notte e il dì!

Pa, pa, pa! Palla, pallina gira di più
Che se ti fermi io casco giù
Oh! Palla, pallina come farò
Se il girotondo poi girerò?

Pa, pa, pa! Palla-la, palla-la, palla-la
Se la pallina girerà?
Pa, pa, pa! Palla-la, palla-la, palla-la
Che girotondo sarà! Oh, yeah!

Palla, pallina su un piede sto
E mille salti con te farò
Palla, pallina, dai! Gira da te
Per cento volte, oh! Con me, yeh!

* (Palla, palla, palla, palla, palla, palla
    Palla, palla, palla, palla, palla, palla)

(strumentale)
* (ripetere)

Pa, pa, pa! Palla-la, palla-la, palla-la
Se la pallina girerà? Yeh, yeh, yeh!
Palla-la, palla-la, palla-la
Che girotando sarà! Oh, oh, oh...

Palla, pallina su un piede sto
E mille salti con te farò
Palla, pallina gira da te
Per diece volte... Con me!

Ancora: palla, pallina su un piede sto
E mille volte con te farò
Palla, pallina gira da te
Per cento volte... Con me!

E dai, su! Palla, pallina su un piede sto
E mille volte con te farò
Palla, pallina gira da te
Per diece volte! Per cento volte!
Per mille volte... Con me! Oh!

RITA PAVONE - 1968
* * *
PAPERITA
(M. Ciorciolini - R. Siena - F. Micalizzi)

(fischio in coro)

Amici miei, se vi trovate nei guai
Chiamate (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
Nemici miei, se vi cercate dei guai
Attenti a (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
E Nembo Kid e Superman e Mandrake
Insomma (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)

Lei, di' papà, la sicurezza ti dà
Ha la bontà di mammà e con un po' di fantasia
Come in un film, se i nostri stanno nei guai
Arriva lei e sbarca coi marines!

Viva, viva! *("-Viva Paperita!")
Paperita! *("-Tu sei tutti noi!")

(strumentale)
(Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Pa...)
(fischio in coro)

Caro papà, questo anatroccolo qua
È la mia (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
Cara mammà, ti prego un po' di bontà
Con la mia (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)

Vive con me, sta sempre qui accanto a me
È come fosse la mia papera custode
E, caso mai, quando ho bisogno di lei
Perché mi caccio nei guai, lei corre subito in aiuto
Come la zia, ha qualche strana mania
Ed è distratta come nonna mia

Viva, viva! *("-Viva Paperita!")
Paperita! *("-Tu sei tutti noi!")

(strumentale)
(Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Pa...)
(fischio in coro)

(* Amici miei, se vi trovate nei guai
 * Chiamate [Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita]
 * E nemici miei, se vi cercate dei guai
 * Attenti a [Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita])
E Nembo Kid e Superman e Mandrake
Insomma (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)

Lei, di' papà, la sicurezza ti dà
Ha la bontà di mammà e con un po' di fantasia
Come in un film, se i nostri stanno nei guai
Arriva lei e sbarca coi marines!

Caro papà, questo anatroccolo qua
È la mia (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
Cara mammà, ti prego un po' di bontà
Con la mia (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)

E vive con me, sta sempre qui accanto a me
È come fosse la mia papera custode
E, caso mai, quando ho bisogno di lei
Perché mi caccio nei guai, lei corre subito in aiuto
E come la zia, ha qualche strana mania
Ed è distratta come nonna mia! Eeeeh!

Amici miei, se vi trovate nei guai
Chiamate (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
Poi, nemici miei, se vi cercate dei guai
Attenti a (Pa, Pa-Pa, Pa-Pa, Paperita)
E Nembo Kid...

RITA PAVONE - 1979
* (coro di bambini)
* * *
PARLARE CON GLI ANIMALI
(Leslie Bricusse - A. Amurri - C. Nistri)

Parlare con gli animali
Per comprendere lo scimmiese dello scimpanzé
Il leopardiano dei leopardi
E con gli elefanti il barritundiese parlerei

Parlare con gli animali - cilin!
Cinguettar così l'uccellese con il colibrì
Il cammellese col cammello
Mentre col cavallo, tutto in nitrinese tradurrei

Potrei ragliare in puro somarese
Con gli asinelli, o fare "hu-hu!"
Della natura, il fascino comprendere
E amare il mondo poi di più!

E miagolare da matti con i gatti
Sia persiani, che siamesi, o indù!
Parlare degli animali, con gli animali
Sempre solo tra gli animali
Che cosa vuoi di più!

Trattare con gli animali
Ed invitare a un tè
Zebre, coccodrilli e scimpanzé
Pranzare insieme ad uno struzzo - oh!
Bere con merluzzo
Ciò sarebbe il massimo per me!

Ruggire con i leoni - "-È davvero un re!"
Dar del tuo persino ai cincillà
E disquisire con le oche, nuotare con le foche
Forse allora sì che capirei

Che a questo mondo devo voler bene
A tutti quelli che sono intorno a me
Solo così mi sentirò migliore
Cosa desidero... Boh! Di più!?

Parlare con gli ippopotami, è una favola
Come quella dei fratelli Grimm!
Parlare degli animali - "-Ma pensa!?" -, con gli animali
Sempre solo tra gli animali
Che cosa vuoi di più... Hey!

(strumentale)

A questo mondo io devo voler bene
E a tutti quelli che sono intorno a me
Solo così mi sentirò migliore
Che cosa voglio ancor di più!?

Parlare con gli ippopatami, è una favola
Come quella dei fratelli Grimm!
Parlare degli animali - "-Ma sì!" -, con gli animali
Sempre solo tra gli animali
Che cosa vuoi di più! Heh, heh!

RITA PAVONE - 1968
* * *
PARTICOLARI
(R. Pavone - A. Musso)

Mi piace immaginare
Che anche tu mi stai pensando
Dietro ai vetri che si appannano
Che, come me, non vedi l'ora
Che sia già domani
Da quando ti conosco
Io non scordo le tue mani

È già passato un anno
Da quel primo appuntamento
Quel pullman che non arrivava mai
Il vigile che si sbracciava
Il semaforo impazzito
Cominciava bene, tra di noi

Particolari che fanno amore
Sono piccole cose che stanno dentro
Particolari che fanno amore
Come un disco completo d'arrangiamento
Particolare che fanno estate
Quando fuori fa freddo, m'inventi il sole
Sono dettagli del nostro amore
Che ci fanno sentire particolari noi

La faccia di quel camariere
Quando andammo via
Scordando di pagare il conto, noi
Ricordo come ci rimase
Tanto noi eravamo presi
Se ci penso, rido ancora, sai

Particolari che fanno amore
Sono piccole cose che stanno dentro
Particolari che fanno amore
Come un disco completo d'arrangiamento
Particolare che fanno estate
Quando fuori fa freddo, m'inventi il sole
Sono dettagli del nostro amore
Che ci fanno sentire particolari noi

(Particolari che fanno amore)
Sono piccole cose che stanno dentro
(Particolari che fanno amore)
Come un disco completo d'arrangiamento
(Particolari che fanno amore)
Sono piccole cose, piccole cose
(Particolari che fanno amore
 Come un disco completo d'arrangiamento)
Particolari che fanno amore
(Particolaro che fanno amore
 Sono piccole cose che stanno dentro
 Pariticolari che fanno amore
 Come un disco completo d'arrangiamento...).

RITA PAVONE - 1985
* * *
PASSIONE
(Bovio - Valente - Tagliaferri)

Cchiù luntano mme staje
Cchiù vicino te sento
Chisà a chistu mumento
Tu a che pienze? Hmmm... Che ffaje?

Tu mm'hê miso 'int' 'e vvene
'Nu veleno ca è ddoce
Ah, nun mme pesa 'sta croce
Ca trascino pe' tte

Te voglio... Te penzo... Oh, te chiammo
Te veco... Te sento... Oh, te sonno
È n'anno ce pienze ca è n'anno
Ca 'st'uocchie nun ponno cchiù pace truvà

E cammino, cammino
Ma nun saccio addò vaco
I' stò sempre 'mbriaca
E nun bevo maje vino

Aggio fatto 'nu vuto
 Madonna d' 'a Neve
Ca, si mme passa 'sta freve
Oro, perle lle dò

Te voglio (Te penzo) Sì, te penzo
(Te chiammo) Oh, te chiammo
(Te veco... Te sento... Te sonno)

* È 'n'anno ce pienze ca è n'anno
* Ca 'st'uocchie nun ponno
* Cchiù pace truvà!

* (ripetere)

RITA PAVONE - 1966
* * *
PAUL VERGISS MICH NIE
(Mayer - Buschor)

Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
die Liebe war so schön

Hey, Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
bis wir uns wiedersehn

Er kam mit der crazy five
in uns're kleine Stadt
und ich weiss dass ir mir gleich
so gut gefallen hat

Er spielte Gitarre bis Mitternacht
dann hat er alleine mich heimgebracht
und da sagte ich: "Mein lieber"

Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
die Stunde war so schön

Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
bis wir uns wiedersehn

Und mit meinen Freunden ging
ich jeden Abend hin
wenn die andern mit mir tanzen
sah ich nur noch ihn

Er spielte Gitarre lang ist das her
die erste Romanze für mich war er
und beim Abschied sagte ich:

"Oh, Paul, vergiss mich nie"
Paul, vergiss mich nie
die Liebe war so schön

Hey, Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
bis wir uns wiedersehn

Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
die Liebe war so schön

Hey, Paul, vergiss mich nie
Paul, vergiss mich nie
bis wir uns wiedersehn... Oh, Paul!

RITA PAVONE - 1970
* * *
PAVONE CARLO STORY
(Nistri - Arden)

(Yeh! Yeh! Yeh! Oh!)

Eh! Viveva nel Piemonte
Nella gran tranquillità
Facendo dì profumi
Buon commercio, in verità

Fin quando, che sventura
Mia sorella non capi
Per farsi un avvenire
Lei doveva far così! Beh?!

Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E un yeh, yeh, yeh, yeh, yeh! Dai!
Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!

Io discesi dal Piemonte
Fino in quella gran città
Dove ogni sconosciuto
Conosciuto diverrà

Perduta la sua "s"
Lei, per radio e per TV
Riempì le nostre teste
Di pallone e di plip-plip!

Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E un yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!
Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!

La mamma in tutta fretta
Si convinse pure lei
Che, in fondo, per cantare
Non serviva poi un granché

E insieme con il babbo
Ch'è stonato pure lui
Alfredo e la Violeta
Diventaron sui due piè! (Yeh, yeh, yeh, yeh!)

(Oh, oh, oh! Oh, oh, oh! Oh, oh, oh!
 Oh, oh, oh! Oh, oh, oh! Oh, oh, oh!)

Poi, fu chiamato a Roma
Per dirigire un gran bar
Tra brioches, cappuccini
Sfogliatelle, tè e caffè

Ma pure lì, purtroppo
Per colpa di un juke-box
Non ebbi dubbi che
Come lui nessuno c'è! (Yeh, yeh, yeh, yeh!)

Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E un yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!
Con un woh, woh, woh, woh, woh!
E yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!

Tornato nel Piemonte
A corpo morto si buttò
A vendere frullini
Aspirapolvere e però

Persino quel rumore
Mi convinse alfine che
Per farmi un avvenire
Anch'io dovevo far così!

(Con un woh, woh, woh, woh, woh!
 E un yeh, yeh, yeh, yeh, yeh!
 Con un woh, woh, woh, woh, woh...
 La, la, la! La, la, la, la! Yeh!).

RITA PAVONE & CARLO PAVONE - 1966
* * *
PAZZA PUPAZZA
(Luberti - Cassella - Petrosi)

Ah, ma, che hai? Su, dimmi che cos'hai?
Pazza pupazza di pezza
Così delusa sul mio letto, tu stai distesa
Ma, mi sembra quasi che tu sia malata

Ma, che cos'hai? (Che cos'hai?)
Vuoi dirmi che cos'hai? (Che cos'hai?)
Pazza pupazza di pezza, perché sei triste?
Che posso fare per te, mi chiedo
Ma, se ti guardo, non dici mai niente. Parli con me!

(Ah, ah, ah...) Piangi la tua segatura
Così, dimagrisci sempre più
Io credo che di questo passo
Un giorno non ti troveranno più

Oh, cuore di pezza (Cuore di pezza)
Cuore di pezza (Cuore di pezza)
(Come nessuno, io penso a te
 Io ti guardo e mi accorgo che...)
Assomigli tanto a me!

So che hai (So che hai)
Adesso, so che hai (So che hai)
Pazza pupazza di pezza, sei troppo sola
Non hai nessuno che ti consola
Rassomigli tanto a me! Humm, me!

(strumentale)

Piangi la tua segatura
Così, dimagrisci sempre più
E credo che ti questo passo
Un giorno non ti troveranno più

Ah, cuore di pezza (Cuore di pezza)
Propria pupazza (Propria pupazza)
(Come nessuno, io penso a te
 Io ti guardo, mi accorgo che...)
Si assomigli tanto a me!

RITA PAVONE - 1974
Grazie ad A. Arenas per copiare il testo della canzone, soltanto sentindola del disco.
* * *
PEL DI CAROTA
(Migliacci - Morricone)

Che m'importa se sono pelo di carota
Meglio aver la testa rossa che la testa tutta vuota

Che m'importa se ho un nasino dispettoso
E non nasconder ch'è per questo che ti piaccio, piaccio... Ahmm...

Che m'importa se sono un po' lentigginosa
Le lentiggini son fiori in un prato tutto rosa

Che m'importa se sono pelo di carota
E non nasconder ch'è per questo che ti piaccio, piaccio... Ahmm...

Non sei, certo, bello tu?
E non sei pieno di virtù?
Mi disprezzi, ma si sa:
"Chi disprezza comprerà!"

Che m'importa se sono pelo di carota
Meglio aver la testa rossa che la testa tutta vuota

Che m'importa se ho un nasino dispettoso
E non nasconder ch'è per questo che ti piaccio, dai, dai, piaccio... Ahmm...

(strumentale)

Eh, eh, che m'importa se sono un po' lentigginosa
Le lentiggini son fiori in un prato tutto rosa

Che m'importa se sono pelo di carota
E non nasconder ch'è per questo che ti piaccio, piaccio... Ahmm...

Non sei, certo, bello tu? No, no, no!
E non sei pieno di virtù?
Mi disprezzi, ma si sa:
"Chi disprezza comprerà!" Eh,eh, eh!

Che m'importa se sono pelo di carota
Meglio aver la testa rossa che la testa tutta vuota

Che m'importa se ho un nasino dispettoso
E non nasconder ch'è per questo che ti piaccio, dai, dai, piaccio... Ahmm... A-ahmm... Ahmmm...

RITA PAVONE - 1963
* * *
PEPPINO AUS TORINO
(Heinz Buchholz - Günter Loose)

(Hooh, hah, beeh, dooh, hah, beeh, dooh, hah...
 La, la, la, la... La, la...) 

Ah! Der Frankie Boy ruft aus Hollywood mich täglich an
die Beatles hätten mich so gern als fünften Mann (Yeah, yeah)
und der Maurice Chevalier, ja der findet mich okay
nur einem Boy bin ich leider einerlei (Oh, yeah) Yooh!

Für meinen Pe-pe Peppino aus Torino-rino hab ich mir das ausgedacht
da hat mein Pe-pe Peppino aus Torino-rino mich nur ausgelacht
ja, ja mein Pe-pe-Peppino aus Torino-rino bildet sich was ein
für mich gibt's auf der Welt nur ihn allein "-Go!"

(instrumental)

Ja! Der Cassius Clay, der sagt, dass ich die Grösste wär!
Der "Sachtmo" gäb für mich seine Trompete her
Charlie Chaplin lädt mich ein, Elvis Presley sagt: Tonight!
Nur einem Boy bin ich leider einerlei (Oh, yeah)

Für meinen Pe-pe Peppino aus Torino-rino hab ich mir das ausgedacht 
da hat mein Pe-pe Peppino aus Torino-rino mich nur ausgelacht, ah, ah, ah
ja, ja mein Pe-pe Peppino aus Torino-rino bildet sich was ein
für mich gibt's auf der Welt nur ihn allein (Yeah, yeah, yeah)
für mich gibt's auf der Welt nur ihn allein... Yooh!

RITA PAVONE - 1964
* * *
PER TE
(Mogol - Battisti)

(battimani)

Stai dormendo ancora, amore
Io son sveglia e guardo te
Con le dita mie leggere
Ti sto dicendo quel che sei per me

Ma, fra tutti gli uomini che ho amato
Io cercavo solo te

E per te i miei occhi chiuderò
Per un istante morirò
E non avrò vissuto mai prima

Per te, stamattina nascerà
Una donna che non ha
Abbracciato mai, né baciato mai
Quella donna che tu vuoi.

(battimani)

RITA PAVONE - 1970
* * *
PER TUTTA LA VITA
(Testa - Spotti)

Amor, resterò vicino a te
Per tutta la vita
E tu non dovrai mancarmi mai
Per tutta la vita

Ora, sì, lo so
D'appartenere a te
E non di tradirò
Nemmeno in sogno

Lo sai, io ti voglio qui con me
Per tutta la vita
Perché posso amare solo te
Per tutta la vita, per tutta la vita

Un'ora insieme a te
È breve da impazzire
Non so più se siamo sulla Terra
Io e te, o in Paradiso

Così, puoi contare su di me
Per tutta la vita
E tu non dovrai mancarmi mai
Per tutta la vita, per tutta la vita!

RITA PAVONE - 1969
* * *
PER UN COLPO DI PISTOLA
(Gigli - Musy)

* (fischio)

Io piangerò *
Per un colpo di pistola *
Che ha fermato la tua vita *
Ma niente si può fare contro Rita
Contro la mia Colt che è più veloce
Di ogni fulmine nel ciel

Ma piangerò *
Per un colpo di pistola *
Perché adesso io vorrei *
Vorrei poterti dire tante cose
Prender la tua mano
E poi correre felice insieme a te

E galoppare là nel vento fra le nuvole
Insieme vivere con te in una favola

Ma piangerò... Per un colpo di pistola
Che ha fermato la tua vita
Avevo il nostro amore fra le dita
Deve ancora nascere chi, un giorno, sarà forte più di me

(fischio)

Io, io vorrei poterti dire tante cose
Prender la tua mano
E poi correre felice insieme a te

E galoppare là su nel vento fra le nuvole
Insieme vivere con te una favola

Per un colpo di pistola
Che ha fermato la tua vita
Avevo il nostro amore fra le dita
Deve ancora nascere chi, un giorno, sarà forte più di me
Sì! Più di me! Più di me!

RITA PAVONE - 1967
* * *
PER UNA COME ME
(Morina - D'Ercole - Melfa)

A te che non chiedi mai niente
A te che hai saputo aspettare
Voglio dare i miei anni più belli
E, e so che non mi sciuperai

A te che hai saputo capirmi
A te che sei l'unico al mondo
Voglio dare tutto il bene che posso
E, e so che non mi pentirò

Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come me, per sempre
Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come me, per sempre... Per sempre

(strumentale)

Io voglio dare tutto il bene che posso
E, e lo so che non mi pentirò

Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come me, per sempre
Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come me, per sempre

Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come me, per sempre
Uno come te (Oh) È quello che ci vuole
Per una come...

RITA PAVONE - 1967
* * *
PERCHÉ DUE NON FA TRE
(Amurri - Marchetti)

Ma, perché i grandi non fanno di criticare
Tutte le cose che vogliamo fare, perché?
Ah, perché due non fa tre?

(Na, na-na-na-na... Na, na-na-na-na...)

Perché, sia che siamo poveri o signori
Noi abbiamo sempre dei superiore, perché?
Ma, perché due non fa tre?

(Na, na-na-na-na... Na, na-na-na-na...)

Ma, perché questo è vietato
Quello è proibito, quell'altro è negato?
E questo non si deve e quello non si può?

Ma, perché? Ah, se la mamma è arrabbiata per i fatti suoi
Gli scapaccioni li prendiamo noi, perché?
Ma, perché due non fa tre?

(Na, na-na-na-na... Na, na-na-na-na...)

Ma, perché i grandi non fanno di criticare
Tutte le cose che vogliamo fare, perché?
E perché due non fa tre?

(Na, na-na-na-na... Na, na-na-na-na...)

Perché questo è vietato
Quello è proibito, quell'altro è negato?
E questo non lo fare e questo non si può?

Ma perché, se mammina è arrabbiata per i fatti suoi
Gli scapaccioni li prendiamo noi, perché?
E perché due non fa tre?

La, la-la-la-la... La, la-la-la-la...

RITA PAVONE - 1966
* * *
PIANO
(Bruhn - Bradtke)

Piano, piano 
so sollen deine Worte sein
bei Regen und bei Sonnenschein. Piano, piano

Denn alles klingt noch mal so schön
wir könneten uns so gut verstehen, piano

Ich krieg' eine Gänsehaut
immer spricht er viel zu laut: I love you

Abends in der Dunkelheit
klingt es kilometerweit: I love you

Und ganz leise sag ich dann
was geht denn dass die andern an?

Piano, piano
so sollen deine Worte sein
bei Regen und bei Sonnenschein. Piano, piano

Denn alles klingt noch mal so schön
wir könneten uns so gut verstehen, piano

Gestern in der Strassenbahn
fing er laut zu sprechen an, wie schade

Und das ganze Publikum
sah sich nach un beiden um, wie schade

Dabei lieb' ich ihn so sehr
wenn er nur etwas leiser wär

Piano, piano
so sollen deine Worte sein
bei Regen und bei Sonnenschein. Piano, piano

Denn alles klingt noch mal so schön
wir könneten uns so gut verstehen, piano

Psss, piano, piano
so sollen deine Worte sein
bei Regen und bei Sonnenschein. Piano, piano

Denn alles klingt noch mal so schön
wir könneten uns so gut verstehen, piano, piano, piano, psss...

RITA PAVONE - 1968
* * *
PIDO PAZ (Just once more)
(Al Western - Jorge Renner)

Yeah! Well-a, well-a, well-a
Pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!

Well-a, well-a, well-a
Pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!

Woooh... Oh, yeah
En cuando empienza anochecer
Comienzas con tus besos
Mas das tu amor con tal pasíon
Que pienso enloquecer!

Y pido, pido, pido, pido paz
Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!

Well-a, well-a, well-a
Pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz
No, no... Oh, yeah

Ah, well-a, well-a, well-a, well-a
Te amo igual que ayer
Ay, siempre te amaré!
Pero, de besos, ya está bien

Y ya pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!

Who, woh, woh... Yeah
Hmmm... Ah, ah... Hmmm
Woh, woh... Oh, yeah

Cuando me invitas a pasear
Ya entramos al cine
A la mitad de la función
Me quiero levantar gritando:

"Pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
 Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!"

Well-a, well-a, well-a
Pido paz! Y ya no sigas, pido paz!
Ya es demasiado amor... Ah, pido paz!
No, no... Oh, yeah... Ah, pido paz!
Oh, no... Oh, yeah... Hmmm...

RITA PAVONE - 1964
* * *
PIERINO E IL LUPO
(Sergei Prokofiev)

Fiaba musicale
per bambini Op. 67,
con The Stadium Symphony Orchestra
di New York,
diretta da Leopold Stokoswski,
narrata da:



RITA PAVONE - 1969
* * *
PIOGGIA (Rainin')
(Enrico Ruggeri - Bobby Darin)

E intanto piove sopra di noi
Senti che piove, non passa mai
Antica storia, che tu già sai
Non c'è... Per me... Chi più... Di te

E ancora piove sulla città
E questo pianto cancellerà
Forse qualcuno aspetta me
E sa... Che qua... Non va... Non andrà
Niente si muove
Mentre qui piove
Ma senza di te

Rainin', rainin'... Rainin', rainin'

Ma quando piove lungo la via
Cancella tutto senza una scia
Forse qualcuno aspetta me
E sa... Che qua... Non va... Non andrà
Niente di muove
Mentre qui piove
Ma senza di te.

RITA PAVONE - 2013
* * *
PIPPO NON LO SA
(Kramer - Panzeri)

Yeah! Ma Pippo, Pippo non lo sa
Che quando passa ride tutta la città, ah, ah!
E, le sartine, dalle vetrine
Gli fan mille mossettine

Ma lui con grande serietà
Saluta tutti, fa un inchino, se ne va
Si crede bello, come un Apollo
E saltella come un pollo

Sopra il cappotto, porta la giacca, yes!
Sopra il gilè, la camicia
Sopra le scarpe, porta le calze - no ha un botton!
E, con le stringhe, tien su i calzon

E, e Pippo, Pippo non lo sa
E serio, serio se ne va per la città
Si crede bello come un Apollo
E saltella come un pollo, eh, eh...

(E Pippo, Pippo non lo sa
 Che quando passa ride tutta la città
 E, le sartine, dalle vetrine
 Gli fan mille mossettine)

(strumentale)

Sopra il cappotto, porta la giacca, yes!
Sopra il gilè, la camicia, ah, ah!
Sopra le scarpe, porta le calze - no ha un botton!
E, con le stringhe, tien su i calzon

E Pippo, Pippo non lo sa
E serio, serio se na va per la città
Si crede bello come un Apollo
E saltella come un pollo!

Si crede bello come un Apollo
E saltella come un pollo!

RITA PAVONE - 1967
* * *
PIRULIRULÌ
(Leva - Reverberi - Dalla)

Wow! Ma sei tu... Pirulirulì, pah!
Sei proprio tu... Pirulirulì, pah!
E se vorrei... Pirulirulì, pah!
Ti seguirò

Io con te... Pirulirulì, pah!
Scommetterò... Pirulirulì, pah!
Riuscirei... Piruliurlì, pah!
A far girare il mondo più in fretta

Sei la stella che mi dirà
La strada giusta per vivere
Ogni uomo vorrebbe che
Tu lo portassi con te

Wow! Basterà... Pirulirulì, pah!
Un colpo al cuore... Pirulirulì, pah!
Saremo noi... Pirulirulì, pah!
A far la storia del mondo

(Pirulirulì... Pirulirulì)

Se ti vai... Pirulirulì, pah!
Viene con me... Pirulirulì,pah!
Gia lo sai... Pirulirulì, pah!
C'è ancora molto da fare

Tu con me... Pirulirulì, pah!
Ci puoi giurare... Pirulirulì, pah!
Che riuscirai... Pirulirulì, pah!
A far girare il mondo più in fretta

L'amicizia ci legherà
Per darci forza e per vincere
Mai nessuno proverà
A stare contro di noi

Perché basterà... Pirulirulì, pah!
Un colpo al cuore... Pirulirulì, pah!
Saremo noi... Pirulirulì, pah!
A far la storia del mondo

Basterà, oh, yeah!
Un colpo al cuore, ah, ah, ah!
Saremo noi, ah!
Io con te, ah! Tu con me!
Saremo noi... Io con te... Tu con me...

LUCIO DALLA & RITA PAVONE - 1967
* * *
PLIP
(Migliacci - Mantovani - Meccia)

* (Difficile non è)
* Il plip-plip, il plip-plip
* (Difficile non è)
* Su! Prova insieme a me!

* Tocca al pollice, con il mignolo
* Di quell'altra mano tua
* Poi, col mignolo, l'altro pollice
* E continua fare così

* Con un tacco, tocca
* L'altra punta della scarpa
* Poi riporta l'altra punta
* L'altro tacco a ritoccar

* Fallo dieci volte
* Da sinistra vero destra
* E chi al punto di partenza
* Arriva primo vincera! Dai! * Ah!

* (ripetere 3 volte)

(Difficile non è)
Sì! Il plip-plip, il plip-plip
(Difficile non è)
Su! Prova insieme a me! Dai!

(Difficile non è)
Il plip-plip, il plip-plip
(Difficile non è)
Su! Prova insieme a me!

RITA PAVONE - 1965
* * *
PLIP
(Migliacci - Mantovani - Meccia - A. Martínez)

* (Difícil, no n'és gens)
* El plip plip, el plip plip
* (Difícil, no n'és gens)
* Si amb mí tu t'hi entretens

* El dit gros de la má dreta
* Fes que toqui el dit petit
* De la má que és a l'esquerra
* I així sempre has de seguir

* Amb un taló toca
* L'altra punta de sabata
* I després amb l'altra punta
* El taló tu has de tocar

* Has de fer deu voltes
* A l'esquerra i a la dreta
* Des del punt on començaves
* I després hi has de tornar

* (repetir 3 vegades)

(Difícil, no n'és gens)
El plip plip, el plip plip
(Difícil, no nés gens)
Si amb mí tu t'hi entretens

(Difícil, no n'és gens)
El plip plip, el plip plip
(Difícil, no n'es gens)
Si amb mí tu t'hi entretens.

RITA PAVONE - 1966
* * *
PLIP
(Migliacci - Mantovani - Meccia - A, Martínez)

(Difícil no ha de ser)
El plip, plip! El plip, plip!
(Difícil no ha de ser)
Si pruebas junto a mí

Al pulgar de una mano
El meñique tú has de unir
De la otra mano tuya
Y así tú has de seguir

De tacón tocando
Una punta del zapato
Y después con la otra punta
El tacón hay que tocar

Hay que dar diez vueltas
A la esquierda y a derecha
Desde el punto de partida
Para volver empezar! Go!

(Difícil no ha de ser)
El plip, plip! Yeah! El plip, plip!
Difícil no ha de ser
Si pruebas junto a mí

Y al pulgar de una mano
El meñique tú has de unir
De la otra mano tuya
Y así tú has de seguir

De tacón tocando
Una punta del zapato
Y después con la otra punta
El tacón hay que tocar

Hay que dar diez vueltas
A la esquierda y a derecha
Desde el punto de partida
Para volver empezar! Go!

(Difícil no ha de ser)
El plip, plip! El plip, plip!
(Difícil no ha de ser)
Si pruebas junto a mí

Y al pulgar de una mano
El meñique tús has de unir
De la otra mano tuya
Y así tú has de seguir

De tacón tocando
Una punta del zapato
Y después con la otra punta
El tacón hay que tocar

Hay que dar diez vueltas
A la esquierda y a derecha
Desde el punto de partida
Para volver empezar

(Difícil no ha de ser)
El plip, plip! El plip, plip!
(Difícil no ha de ser)
Si pruebas junto a mí! E dai!

(Difícil no ha de set)
El plip, plip! El plip, plip!
(Difícil no ha de ser)
Si pruebas junto a mí!

RITA PAVONE - 1966
Gracias a A. Arenas por copiar el texto de la canción, solamente oyendola del disco.
 * * *
POIL DE CAROTTE (Nostalgia)
(Mogol - Ascri - R. Soffici - R. Guscelli - José Salcy)

Poil de carotte
C'est le nom que, tu m'as donné, un jour
Je m'en moque, même si
Je suis le petit clown de ton amour

Poil de carotte, c'est moi
Je meurs d'amour pour toi
Tu ris, je pleure le jour, la nuit, moi je te suis

Poil de carotte
Tu m'appelles, j'arrive comme un petit chien
Poil de carotte
Tu me sens, je me glisse sous ta main

Poil de carotte, c'est moi
Je meurs d'amour, pour toi
Le punais, ne pleure le jour, la nuit, la vie

"-Poil de carotte: un livre que, j'avais lu, enfant. Poil de carotte, c'est mon nom, maintenant."

Poil de carotte, c'est moi
Je meurs d'amour, pour toi
Mais, un jour viendra, où tu m'aimeras... J'attends.

RITA PAVONE - 1969
M. Alexi-Eden Ghocarra, merci beaucoup pour votre attention à la chanson.
* * *
POMERIGGIO
(F. Evangelisti - L. E. Williams)

Pomeriggio
Cosa c'è di meglio, pomeriggio
Mentre piove a dirotto sopra il tetto
Che infilarsi fitta dentro al letto

Leggo il giornale
E preparo furtiva il tuo guanciale
Pregusto il momento che arrivando
Capirò che anche tu sai d'amore

Vuoto il bicchiere
E il secondo paccheto di Marlboro
Però è inutile dirti che ti adoro
Lo saprai da te, fra queste braccia

Fai la doccia
E ti sento fischiare l'acqua scroscia
Quella barba più liscia del velluto
Col rasoio avrai tra un minuto

(strumentale)

Pomeriggio
Cosa c'è di peggio, pomeriggio
Che vederti fare indifferente
Tutto quello che ti salta in mente

Ti impegni a fondo
In un libro dal titolo strambo
Poi, squilla il telefono e sul sesso
Fai l'esperto e intavoli un discorso

Tu programmato
Ora altrove sei sintonizzato
Se, di donne e tra voi, state parlando
C'è ne una che ti sta aspettando

Pomeriggio
Stuzzicarti un po' per me è uno scherzo
Provocarti indossando sopra niente
La vestaglia più trasparente

OK! Come non detto
Del tuo debole io non approfitto
Ma, stasera sul meglio, che peccato
L'emicrania ti do per scontato

Pomeriggio
Mi ripasso lo smalto e poi mi vesto
La pioggia sul viso adesso esco
Se n'è andato così il pomeriggio

Pomeriggio
Mi ripasso lo smalto e poi mi vesto
La pioggia sul viso adesso esco
Se n'è andato già il pomeriggio

Humm, pomeriggio
Ah, mi ripasso lo smalto e poi mi vesto
La pioggia sul viso adesso esco
Se n'è andato già il pomeriggio

Pomeriggio
Ah, mi ripasso lo smalto e poi mi vesto
La pioggia sul viso adesso esco
Se n'è andato così...

RITA PAVONE - 1977
Grazeie ad A. Arenas per copiare il testo della canzone, soltanto sentindola del disco.
* * *

Nenhum comentário:

Postar um comentário